Massaggio californiano: tecnica e benefici

Massaggio californiano eseguito da massaggiatrice

Il massaggio californiano è una tecnica di massaggio rilassante con movimenti lunghi, fluidi e armoniosi, effleurages e pressioni che scivolano su oli profumati. Esso comprende una grande varietà di metodi di massaggio provenienti da tutto il mondo, che eliminano lo stress e sciolgono le tensioni muscolari. 

Sebbene sia stato sviluppato negli anni ’60, oggi il massaggio californiano è diventato l’ultima tendenza nelle spa e nei centri massaggio di tutto il mondo. Un massaggio sensoriale creato per approfondire i tessuti e le emozioni. Insomma, i benefici del massaggio sono tantissimi.

Vi raccontiamo cos’è il massaggio californiano e come si esegue.

Origine del massaggio

Il massaggio californiano è nato presso l’Istituto Esalen in California, all’inizio degli anni Settanta. Istituto Esalen che sorse proprio come centro del Movimento del Potenziale Umano per dedicarsi alla ricerca e allo sviluppo di tecniche finalizzate alla salute e al benessere psicofisico.

Da tutti questi scambi amorevoli e astratti nacque così quello che sarebbe diventato il massaggio californiano. Margareth Elke, seguace del massaggio svedese, ha contribuito enormemente, a partire da ciò che già praticava, a codificare, strutturare e insegnare professionalmente questo nuovo massaggio, sia negli Stati Uniti che in Francia.

Il massaggio di origini americane si basa sulla psicologia della Gestalt, una corrente di pensiero che afferma che la mente è modellata da alcune leggi.

Massaggio californiano: cos’è?

Il massaggio californiano è un trattamento delicato, molto attento e rispettoso del corpo, dei suoi canali energetici e della sua fisionomia. Si effettua con movimenti lunghi, fluidi e integrativi che iniziano con un contatto delicato fino all’approfondimento dei tessuti.

È un massaggio armonioso, che molti collegano a una certa sensualità, ma che in realtà si concentra sullo scioglimento delle tensioni in modo profondo e aiuta il paziente a connettersi con il proprio sé interiore, a livello fisico, emotivo e spirituale.

Massaggio californiano eseguito su collo e spalle

In cosa si differenzia dagli altri massaggi?

Ciò che lo rende diverso dagli altri massaggi è la metodologia. Durante la seduta, il terapeuta armonizza olisticamente la sua energia con quella del paziente, fondendosi e creando un ambiente soffuso che permetterà di lasciarsi andare e liberarsi dallo stress e dalle tensioni accumulate. 

A tal fine, il terapeuta inizierà la seduta con una breve conversazione con il paziente. Man mano che il trattamento procede, il silenzio prenderà il sopravvento sullo spazio per permettere al terapeuta di entrare in meditazione, collegando così l’intuizione e il cuore nelle mani per fondersi con le energie.

Massaggio californiano: come si esegue?

Il massaggio californiano si basa su movimenti dolci e avvolgenti, qualcosa di simile a una coreografia armonica che diventa una sorta di arte-terapia in cui si rispettano i meridiani e le linee fisiche del corpo.

Il massaggio è praticato soprattutto su braccia, schiena e gambe. Per cui, il paziente si sdraierà a faccia in giù sul lettino da massaggio, anche se il terapeuta dovrà sempre provvedere a coprire la zona del corpo non sottoposta a massaggio in quel momento, dando totale fiducia al paziente. In aggiunta, saranno applicati diversi oli essenziali con proprietà terapeutiche per aiutare il paziente a immergersi nella terapia.

Il ritmo fluido e circolare è particolarmente favorevole ai sistemi nervoso ed endocrino, che regolano la tensione muscolare. Al contempo, l’energia del terapeuta modella ogni parte del corpo del cliente, provocando effetti rilassanti sui muscoli e sulle articolazioni.

In linea di massima, la tecnica è una combinazione di varie forme di pressione, stiramento, scivolamento lungo e lento sulla pelle, frizione fluida, manipolazioni articolari passive, martellamento ritmico, prese di integrazione e di espansione, bilanciamento cranio sacrale e lavoro neuromuscolare preciso.

Prima di ricevere un massaggio californiano, si consiglia di fare una doccia o un bagno caldo. Questo non solo aiuterà i muscoli a rilassarsi in vista del massaggio, ma rimuoverà anche eventuali oli o profumi dal corpo, che potrebbero reagire con i prodotti applicati dalla massaggiatrice o massaggiatore.

Attenuazione gonfiore addominale

Esecuzione del massaggio californiano

Prima di effettuare il massaggio vero e proprio, è necessario che il professionista spieghi al paziente che questo tipo di massaggio si basa su tre pilastri: contatto consapevole, respirazione e presenza. Inoltre, è fondamentalmente incentrato su un’azione con movimenti lunghi. Una volta effettuata questa introduzione come primo contatto con il cliente, le fasi successive affrontate dall’esperto olistico saranno affrontate in quest’ordine:

  1. Innanzitutto, Il massaggiatore dovrebbe distribuire l’olio con movimenti lunghi su ogni lato della colonna vertebrale fino a raggiungere l’osso sacro. Lì si aprono verso i lati, si risale verso le paravertebre, fino a costeggiare le zone delle spalle e del collo. In questa prima fase è essenziale che il paziente prenda coscienza della propria respirazione.
  2. Successivamente, eseguirà la fase nota come onda di avvolgimento. Si tratta di far scivolare le mani indietro, dai paravertebrali all’osso sacro.
  3. Una volta raggiunti i fianchi, il massaggiatore continuerà con le braccia. In modo analogo, si deve ripetere il passo precedente ma al contrario, cioè verso l’altro lato, in modo da iniziare a creare la sensazione di un’onda avvolgente.
  4. In seguito, proseguirà il massaggio dalla testa ai piedi. Per farlo, si concentrerà prima sul lato sinistro del corpo e risalendo dal piede verso la schiena, costeggiando la scapola. Poi, dal lato destro. 
  5. Infine, coprirà nuovamente il paziente con il lenzuolo. Questa volta sarà necessario che l’operatore del benessere esegua una serie di tocchi a secco, in modo che il beneficiario del trattamento diventi più consapevole lasciando il controllo del corpo nelle mani del massaggiatore o terapeuta, per un rilassamento più profondo.
Massaggio californiano eseguito su schiena

Massaggio californiano: quali sono i benefici?

Fermo restando che il massaggio californiano è adatto a tutte le età e alle donne in gravidanza, questa tecnica è pensata specificamente per le persone che soffrono di dolore cronico o che vogliono alleviare lo stress, in quanto fornisce un rilassamento profondo e un sollievo dalla tensione muscolare. 

Dal punto di vista fisico, le tecniche di massaggio californiano aumentano il flusso sanguigno e linfatico, migliorano l’ossigenazione, rilassano la struttura muscolare e alleviano profondamente la tensione. Liberando le emozioni sepolte, questa tecnica di massaggio può aiutare il ricevente a ricentrarsi e a ripristinare l’equilibrio interiore.

Tenendo conto di ciò, i principali benefici del massaggio californiano sono:

  • Allevia le tensioni quotidiane, riducendo lo stress.
  • Aiuta a sbloccare contratture, tensioni muscolari, recupero da infortuni.
  • Migliora la circolazione sanguigna, contribuendo a ossigenare ogni parte del corpo.
  • Elimina le tossine.
  • Migliora il tono muscolare, la posizione del corpo, crea ampiezza del corpo.
  • Dà sostegno in un momento di stress emotivo, come la depressione o la demotivazione generale.

Scopri sul nostro sito tutti i servizi targati Il Tocco Degli Angeli, i nostri prodotti, e goditi tutti i trattamenti di cui il tuo corpo ha più bisogno. Dalla manicure al trucco, dall’epilazione ai massaggi. Vieni a trovarci nel nostro centro estetico, ci prenderemo cura di te!

Lascia un commento